Abies nebrodensis (Lojac.) Mattei

  • Nome comune: Abete dei Nèbrodi
  • Famiglia: PINACEAE
  • Tipo corologico: Endem.
  • forma biologica: P Scap
  • Periodo fioritura: V

Albero sempreverde alto fino a 10-15 m,  portamento eretto o leggermente incurvato, chioma conico-piramidale di colore verde scuro. Foglie aghiformi rigide e subspinose, lunghe fino a 10 mm. Strobili eretti, lunghi fino a 20 cm.

Habitat: cresce in boscaglie e faggete tra 1.600 e 1.800 m slm, su suolo calcareo.

Distribuzione: specie endemica della Sicilia, formava un tempo estesi boschi sulle montagne delle Madonie; nel 1900 la specie fu data per estinta, per essere poi segnalata nuovamente nel 1957. Attualmente la popolazione è costituita da 30 esemplari adulti.

 

StatusCR=Critically Endangered (in pericolo critico di estinzione); la minaccia principale per la specie dipende dalle ridotte dimensioni della popolazione, che tuttavia si mantiene stabile.

Azioni di conservazione: attività in situ (Progetto LIFE 2001-2005, Università di Palermo, finanziato dall’UE) per monitorare la popolazione esistente, lo status di plantule nate per rinnovazione naturale, e per eliminare le specie di abete non indigene; conservazione ex situ di semi e riproduzione presso banche del germoplasma e orti botanici.

Letto 83 volte
Altro in questa categoria: Anacamptis palustris (Jacq.) »