Serra dei Patriarchi

Collocata accanto al Deserto, fu realizzata nel 2011 per ospitare permanentemente alcuni grandi esemplari, veri “patriarchi” della collezione di succulente, che avendo raggiunto dimensioni considerevoli, non potevano più essere alloggiati nelle serre per il ricovero invernale. Per la costruzione di questa Serra l’Orto Botanico, allora diretto dalla Prof.ssa Anna Scoppola, predispose una campagna di sottoscrizione per reperire i necessari fondi.

Nella Serra dei Patriarchi, alta diversi metri, attualmente sono presenti esemplari arborescenti di Euphorbia L., tra cui E. candelabrum Trémaux ex Kotschy, di Pachycereus (A.Berger) Britton & Rose, come P. pecten-aborigenum Britton & Rose e P. pringlei Britton & Rose, di Kalanchoe beharensis Drake e rappresentanti di Echinocactus grusonii Hildm., Myrtillocactus geometrizans f. cristatus P.V.Heath,  Agave attenuata Salm-Dyck e Aloe dichotoma Masson. Di quest’ultima specie sono presenti due pregevoli esemplari che furono portati dalla Namibia dal Prof. Angelo Rambelli, fondatore e primo Direttore dell’Orto Botanico, in occasione di una spedizione botanica. 

L’Orto Botanico accoglie una ricca collezione di piante succulente (“piante grasse”) articolata in diverse sezioni distinte in base al tipo di gestione e alla collocazione; oltre alla Serra dei Patriarchi, altre succulente sono ospitate nella Serra Astolfi, nel Deserto e nel Costone roccioso.


 

 

eng  Greenhouse of the Patriarchs

Located next to the Desert, it was built in 2011 to permanently house some great examples of succulent, which are the real "patriarchs" of the collection that could no longer be housed in greenhouses for winter shelter due to its dimensions. Funds necessary for the construction of the greenhouse were collected by a subscription campaign promoted by Prof. Anna Scoppola, the director of the Botanical Garden at the time.

In the greenhouse are cultivated arborescent specimens of Euphorbia L., including E. candelabrum Trémaux ex Kotschy, of Pachycereus (A.Berger) Britton & Rose, as P. pecten-aborigenum Britton & Rose and P. pringlei Britton & Rose, of Kalanchoe beharensis Drake, and representatives of Echinocactus grusonii Hildm., Myrtillocactus geometrizans f. cristatus P.V.Heath, Agave attenuata Salm-Dyck and Aloe dichotoma Masson. Two fine specimens of A. dichotoma Masson. were taken in Namibia by Prof. Angelo Rambelli, founder and first director of the Botanical Gardens. 

A rich collection of succulent plants ("cactus") is present and is divided into several sections according to the type of management and placement: The Patriarchs’ Greenhouse, the Astolfi Greenhouse with specimens grown steadily in the greenhouse, the Desert, and the Rocky ridge.

 

 

Read 1315 times